11.2 C
Lecce
lunedì, Giugno 24, 2024

GIOVEDÌ SANTO di Luca IMPERIALE

Da Leggere

Come quello di Giuda, il nostro “misero” bisogno di esserci, ci concede la brutale e viva possibilità di decidere se fare tintinnare le tasche, e, chissà, esattamente come Giuda, persino non disdegnare “un nodo alla gola” dopo il tormentoso rimorso, oppure se starcene lieti e innocenti come i bambini, ben stretti tra le braccia della Misericordia che mai cede il passo.

Luca Imperiale

Stavano cenando,

un uomo era atteso dalla notte:

Lui lo sapeva,

l’altro sorrideva beone,

chiunque vedevano soltanto

l’ora del pane,

(l’ora del vino era la stessa delle vene)

ma un uomo era atteso dalla notte.

Parlavano dei figli,

del grano,

della terra coltivata e da coltivare,

dell’aratro difficile da usare,

della fatica del lavoro,

e poi del mare

e del pesce nei cesti;

parlavano persino degli uomini –

pensate un po’! Parlavano degli uomini

mentre la notte attendeva quel tipo.

Il Giovane mite,

al centro del banchetto,

conosceva il tintinnare

delle monete nel sacchetto,

il desiderio di essere il migliore,

il bisogno di esserlo –

il mio bisogno di essere il migliore

(quanta umanità

con la bava che cola sui diamanti).

Il Giovane mite, conosceva il pianto,

il cappio,

il mistero della mia carne,

del mio tradimento…

e mi attende la notte…

e mi attende la paura

del buio costretto

ad aver paura del buio.

Ultime News

Almanacco del giorno

Lunedì 24 Giugno è il 176° giorno del calendario gregoriano. Mancano 190 giorni alla fine dell'anno. Santi del giorno: Natività di San Giovanni Battista...