11.2 C
Lecce
lunedì, Giugno 24, 2024

Nardò: welfare “leggero”, occasione per 6 giovani volontari

Da Leggere


# Domande entro il 15 febbraio. Si occuperanno di inclusione e sostegno a cittadini vulnerabili

Sei giovani volontari saranno selezionati e impiegati per un anno presso il settore Welfare del Comune di Nardò nell’assistenza agli adulti e a persone della terza età in condizioni di disagio. Si tratta della “quota” di operatori previsti per la sede di Nardò dal progetto “Up 2023” del Comune di Galatina (ente capofila) relativo al bando nazionale per la selezione di oltre 52 mila operatori volontari da impiegare in progetti afferenti a programmi di intervento di servizio civile universale.
Il progetto ha una durata di 12 mesi e i candidati saranno valutati attraverso titoli e un colloquio orale. I requisiti di partecipazione sono la cittadinanza italiana o di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea (oppure di un Paese extra UE purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia), un’età compresa tra 18 e 28 anni (28 anni e 364 giorni) e il fatto di non aver riportato condanne. Agli operatori selezionati spetta un assegno mensile di 507,30 euro. Per la sede di Nardò, come detto, saranno selezionati 6 operatori, di cui 2 a bassa scolarità, che svolgeranno servizio cinque giorni a settimana.
“C’è una diffusa domanda di welfare “leggero” – spiega la vicesindaca e assessore al Welfare Maria Grazia Sodero – cui dare riscontro e questo progetto di servizio civile ci consentirà di potenziare diverse azioni di sostegno a cittadini vulnerabili. Si tratta essenzialmente di azioni di inclusione, di facilitazione all’accesso ai servizi di base e alle misure di sostegno al reddito e anche di sostegno alla partecipazione alla vita della comunità. Da un lato offriamo un preziosissimo servizio di tipo sociale, dall’altro forniamo una buona opportunità a un gruppo di giovani, un’occasione per inserirsi concretamente nel mondo del lavoro, per imparare qualcosa, per rendersi utili”.
L’obiettivo del progetto, dunque, è migliorare il sistema di protezione sociale, potenziando le azioni di inclusione dedicate alle fasce più vulnerabili della popolazione e facilitando l’accesso ai servizi di base, alle misure di sostegno al reddito e la partecipazione alla vita della comunità. Per questo, i volontari dovranno, tra le altre cose, potenziare lo sportello informativo attraverso un’attività di back-office e front-office, aggiornare il registro contatti, aggiornare regolarmente la pagina social del servizio civile universale promuovendo i servizi offerti e le attività messe in campo con il progetto, affiancare gli utenti nella corretta compilazione del cv e nella ricerca di un lavoro, oltre che nella corretta compilazione e trasmissione delle domande di accesso ai servizi base, elaborare le locandine e i comunicati stampa con i quali promuovere il servizio, affiancare gli enti nell’organizzazione e realizzazione di eventi e incontri. 
La domanda di partecipazione va indirizzata all’ente titolare del progetto prescelto attraverso la piattaforma raggiungibile all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it (avendo cura di individuare la sede di svolgimento), entro le ore 14 del 15 febbraio 2024.
Per informazioni è possibile rivolgersi all’ufficio Servizi Sociali (sede comunale di via Falcone), in particolare alla responsabile del procedimento Giuseppina Caretto, dalle ore 9 alle 13 dal lunedì al venerdì e dalle 16 alle 18 di giovedì, al numero di telefono 0833 838275 o all’indirizzo di posta elettronica sicurezzasociale@comune.nardo.le.it.
Ogni altra informazione è disponibile sul sito web del Comune di Nardò al link https://shorturl.at/empZ1.

Ultime News

“Inside Out 2”, colorato e delicato viaggio nei territori dell’adolescenza

di Sergio PERUGINI https://www.youtube.com/watch?v=HYv4NEbO2Ok   Tra i sorrisi si fa largo uno sguardo attento sul difficile cammino della crescita. Parliamo del nuovo...