11.2 C
Lecce
lunedì, Giugno 24, 2024

Stasera a Nardò, Miseria e Nobiltà

Da Leggere

Nardò – Stasera 24 gennaio, quarto appuntamento con la nuova rassegna Teatro Km zero di TerramMare Teatro e Comune di Nardò. Al Teatro comunale di corso Vittorio Emanuele II c’è Miseria e Nobiltà, la celebre commedia di Eduardo Scarpetta portata in scena in una veste “salentina” dalla compagnia La Corte de’ Miracoli. Con Damiano Bracco, Fernando Colazzo, Matteo Colazzo, Silvia Coricciati, Sabina De Giorgi, Antonio Gemma, Raffaele Gili, Massimo Giordano, Adele Maruccio, Alessandro Pedone, Valeria Piccinno, Riccardo Reho, Giuseppe Resta, Chiara Sicuro, Giuseppe Tarantino, per la regia di Massimo Giordano (assistente Sara Antonazzo). Si tratta di una proposta già in calendario lo scorso 10 dicembre e poi rimandata.

Teatro Km zero, com’è noto, ospita compagnie locali che hanno una forte necessità di salire sul palco e avere uno spazio di ascolto. Amatori del teatro, che vogliono vivere il palco con passione.
Questa commedia di Eduardo Scarpetta, che vide la luce tra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento per arrivare inossidabile fino ai nostri giorni e che fu resa famosa dal celebre film di Mario Mattioli con Totò, va in scena in una traduzione in lingua salentina, per una serata di autentico divertimento. Comicità e spasso, equivoci e colpi di scena, sono i supporti di una vicenda eternamente fresca e scoppiettante, dove, senza far mancare la lacrima, c’è di che ridere di vero gusto.
L’ingresso al teatro è a partire dalle ore 20:30, l’inizio dello spettacolo è alle ore 21. Il costo del biglietto è di 10 euro. I biglietti possono essere prenotati e acquistati nei giorni di giovedì (dalle ore 17 alle 19) e di sabato (dalle ore 10 alle 12).

Per informazioni i numeri di telefono 320 8949518 e 389 7983629.

Ultime News

“Inside Out 2”, colorato e delicato viaggio nei territori dell’adolescenza

di Sergio PERUGINI https://www.youtube.com/watch?v=HYv4NEbO2Ok   Tra i sorrisi si fa largo uno sguardo attento sul difficile cammino della crescita. Parliamo del nuovo...