11.2 C
Lecce
lunedì, Luglio 15, 2024

Sinner, dopo il trionfo il pensiero alla famiglia

Da Leggere

Una nuova pagina della storia oggi la scrive lui,  Jannik Sinner , nato a San Candido il 16 agosto 2001, a soli  22 anni.

 In rimonta dopo aver perso i primi due set il giovane azzurro ha vinto gli Australian Open, primo italiano nella storia. Incredibile  è l’aggettivo per raccontare la vittoria di questo  ragazzo che pur perdendo i primi due set 6-3 non si è lasciato andare, continuando lealmente a lottare  contro il russo Daniil Medvedev.

Una scalata sudata che ha portato alla vittoria: 3-6, 3-6, 6-4, 6-4, 6-3 il risultato finale.

A 48 anni dall’ultima vittoria maschile di Adriano Panatta al Roland Garros, l’Italia ha  un nuovo campione che trionfa alla sua prima finale Slam. Giovedì sarà dal presidente della Repubblica con i compagni della Davis portando un trofeo in più. Ha vinto sul campo, dove ha abbracciato il suo team. 

«È una vittoria importantissima in un grande torneo per me, – ha precisato Sinnervoglio ringraziare tutti quelli che hanno reso questo Slam così speciale» Il più bello fra i ringraziamenti, dal team, al pubblico, ai suoi fan, è per la sua famiglia, per i genitori in particolare: «Vorrei che tutti avessero dei genitori come quelli che ho avuto io, mi hanno permesso di scegliere quello che volevo, anche da giovane. Non mi hanno mai messo sotto pressione. Auguro a tutti i bambini di avere la libertà che ho avuto io».

E L’eco dei campi da tennis risuona con l’entusiasmo e l’applauso scrosciante della folla ed un  giovane talento italiano si afferma trionfalmente nel mondo dello sport. Con grinta e determinazione, questo giovanissimo campione ha conquistato la vittoria, segnando un capitolo memorabile nella storia del tennis italiano.

Attraverso talento innato e una dedizione instancabile al gioco, ha dimostrato che la passione, l’abilità tecnica, l’intelligenza tattica e la resistenza mentale sono gli ingredienti chiave per raggiungere le vette del successo nel mondo del tennis. Le sue vittorie straordinarie e le prestazioni eccezionali hanno catturato l’attenzione non solo degli appassionati di tennis, ma di tutti coloro che ammirano la determinazione e il coraggio dei giovani atleti.

La sua resilienza sul campo è stata ispirazione per molti, mentre la sua umiltà fuori dal campo ha fatto sì che conquistasse il cuore del pubblico.

La vittoria di questo giovane campione non è solo un trionfo personale, ma un motivo di orgoglio per l’intera nazione. La sua storia è un inno alla passione, al lavoro duro e alla determinazione, ispirando le generazioni future a inseguire i propri sogni con la stessa intensità e dedizione.

Ultime News

Lecce: da lunedì 15 al 19 luglio il Summer camp di Mentalità Imprenditoriale per ragazzi

WeDo Academy è la prima associazione italiana no profit per l’educazione all’imprenditorialità giovanile e da lunedì 15 a venerdì 19 luglio realizzerà la 6°...