11.2 C
Lecce
martedì, Aprile 23, 2024

Maty e Mirko agli studenti italiani: ‘Candidatevi al Global Student Prize’

Da Leggere

Gli studenti italiani Maty Gning e Mirko Cazzato, rispettivamente Top50 2023 e Top10 2021 del Global Student Prize (meglio conosciuto come il premio “Nobel” degli studenti) invitano ed esortano gli studenti italiani a candidarsi entro il 28 aprile per l’edizione 2024 del prestigiosissimo premio internazionale. In palio ci sono 100mila dollari che andranno allo studente capace di costruire un domani migliore.

L’anno scorso Mame Maty Gning, all’epoca studentessa ventenne di economia e scienze sociali presso l’Istituto Mariagrazia Mamoli di Bergamo, si è qualificata nella rosa dei 50 finalisti, selezionata tra 3.851 candidature provenienti da 122 Paesi, mentre, nell’anno inaugurale del premio 2021, in finale era arrivato Mirko Cazzato, all’epoca studente 19enne della WeDo Academy di Lecce, selezionato tra oltre 3.500 candidature da 94 Paesi del mondo per aver creato Mabasta, un movimento giovanile contro il bullismo nelle scuole. Oggi Mirko ha 22 anni e da pochi giorni ha scoperto di essere tra i Forbes Under30 2024.

Mame Maty Gning e Mirko Cazzato uniscono con forza la loro voce per coinvolgere sempre più studenti italiani a candidarsi e a candidare i loro progetti e le loro idee per mostrare a livello globale come, con la loro azione, stanno cambiando il mondo.

Il Global Student Prize è aperto a tutti gli studenti che abbiano almeno 16 anni e siano iscritti a un istituto scolastico o accademico o, ancora, a un programma di formazione professionale. Possono partecipare anche gli studenti part-time e gli studenti iscritti a corsi online. Gli studenti che si candideranno al Global Student Prize saranno valutati in base al loro rendimento scolastico e accademico, all’influenza positiva che hanno sui loro coetanei, alla capacità di ispirare al cambiamento nella loro comunità e al di fuori di essa, e a come sanno superare le difficoltà per raggiungere i loro obiettivi, con creatività e innovazione, e al saper operare come cittadini globali.

Le iscrizioni al Global Student Prize di Chegg.org vanno presentate online. Il termine ultimo è il 28 aprile 2024.

Mame Maty Gning dichiara: «Entrare nella top 50 del Global Student Prize 2023 è stata un’esperienza che ha trasformato non solo il mio percorso accademico, ma anche la mia visione del mondo. Questo premio è più di un riconoscimento; è un invito a far parte di una comunità globale di studenti che stanno utilizzando la loro conoscenza, passione e innovazione per creare un impatto positivo. Vi esorto a cogliere questa opportunità unica per mostrare come anche voi state contribuendo a costruire un futuro migliore. Candidandovi al Global Student Prize 2024, non solo avrete la chance di mettere in luce i vostri successi, ma anche di unirvi a una rete di giovani leader determinati a fare la differenza. La Varkey Foundation e Chegg.org sono pronti a celebrare le vostre storie e le vostre visioni. Non lasciatevi sfuggire questa possibilità di essere riconosciuti a livello globale. Fate sentire la vostra voce e dimostrate che gli studenti hanno il potere di cambiare il mondo.»

Mentre queste le parole di Mirko Cazzato«Non dovete pensare di essere per forza un fenomeno della natura, io ad esempio mi ritengo assolutamente uno studente normalissimo che si è solo impegnato in ciò che credeva. Ho sempre sentito la voglia e la tendenza ad aiutare gli altri, sin da bambino, poi quando nella mia scuola, l’Istituto “Galilei-Costa-Scarambone” di Lecce, si è presentata l’occasione di potermi unire ai miei compagni di classe e dare vita ad un movimento contro il bullismo, non c’ho pensato due volte e mi ci sono buttato a capofitto. Tant’è che dopo il diploma ho pensato e deciso di rendere la startup sociale “Mabasta” addirittura il mio lavoro. Essere risultato tra i 10 studenti più impattanti al mondo, grazie al Global Student Prize, mi ha aperto una quantità impressionante di porte e di opportunità. Ecco perché consiglio a tutte le studentesse e gli studenti che sono impegnati in un progetto o un’iniziativa capace di creare un pur minimo impatto positivo su di sé e su chi gli sta intorno, di inviare subito la propria candidatura.»

Heather Hatlo Porter, Responsabile di Chegg.org e Chief Communications Officer di Chegg, Inc., ha dichiarato: «Il 2024 si preannuncia un anno fondamentale per affrontare sfide globali senza precedenti. Gli studenti sono profondamente consapevoli di questa urgenza e stanno agendo in ogni angolo del mondo. Incoraggio i ragazzi Changemakers di tutto il mondo a candidarsi per il premio Global Student Prize della Chegg.org, non solo perché meritano un riconoscimento per il loro contributo eccezionale, ma anche perché questo premio fornisce una potente risorsa per condividere le proprie idee e motivare gli altri a inseguire i propri sogni e a fare la differenza».

Sunny Varkey, Fondatore della Varkey Foundation, ha asserito: «Sia il Global Student Prize che il Global Teacher Prize sono stati creati per evidenziare il ruolo vitale che svolge l’istruzione nel creare soluzioni alle più grandi sfide dell’umanità; dai cambiamenti climatici alle emergenze sanitarie globali, fino alle crescenti disuguaglianze. I politici devono sempre tenere a mente l’importanza dell’istruzione, e fissarla tra le loro priorità assolute, poiché è la chiave per affrontare il futuro con fiducia».

Ultime News

San Giorgio, “cavaliere cavarcante cu’ la spada ‘ccidisti lu sarpente”

Su questo santo di origine orientale la Chiesa non dispone di notizie certe e tuttavia non ha vietato di...