11.2 C
Lecce
giovedì, Maggio 23, 2024

Antonella Di Bartolo, la dirigente coraggio che riporta i bimbi in classe: esce il suo libro “Domani c’è scuola”

Da Leggere

Sarà in libreria dal 30 aprile per Mondadori il primo libro di Antonella Di BartoloDomani c’è scuola“, racconto della preside siciliana che ha combattuto l’assenteismo scolastico in uno dei quartieri più difficili della provincia palermitana.

Quando vince il concorso da preside, dopo diversi anni di insegnamento della lingua inglese, Di Bartolo scopre la sua vocazione profonda: fare della scuola, della ‘sua’ scuola, il motore del cambiamento civile e culturale degli studenti e di un quartiere intero. Forte di questa profonda motivazione, sceglie di partire da una scuola in disarmo: l’Istituto Sperone-Pertini nei quartieri Sperone e Brancaccio, Palermo. Una zona tristemente nota per l’omicidio di don Pino Puglisi e per una storica compromissione mafiosa.

Nell’ufficio scolastico regionale un funzionario all’atto della firma del contratto le porge le sue ironiche e testuali “condoglianze”, ma Di Bartolo non si scoraggia, anzi: è proprio in quel luogo che sente di dover andare. Comincia dai genitori, ingaggiando un’azione di convincimento porta a porta, in cartoleria, dal panettiere, bussando ai portoni delle case popolari, trovandoli a volte oppositivi allo Stato, ma ancor più spesso semplicemente ignari dei diritti dei loro figli. E lentamente la scuola, su cui pendeva la minaccia della chiusura, si ripopola di studenti. La riempie poi di stimoli, di insegnanti motivati e di attività educative, facendo sì che per questi bambini e bambine, ragazzi e ragazze si aprano orizzonti interessanti e talvolta in netto contrasto con il vissuto familiare.

Il risultato è che oggi l’Istituto Sperone-Pertini è un luogo di apprendimento in cui docenti, genitori, allieve e allievi intessono insieme ogni giorno una trama di civismo.

Domani c’è scuolaè molto più di un racconto sulla scuola e sull’istruzione: è una storia di rivincita, di scoperta di se stessi. È lo spaccato di un’Italia difficile che sceglie, però, di ritrovare la luce all’interno dell’istruzione. È la storia di una donna che, forte dei propri valori, è riuscita a cambiare le sorti di un quartiere intero e, perché no, a piantare un seme per una rivalutazione molto più ampia.

Antonella Di Bartolo (nata a Palermo nel 1969) è un’insegnante di inglese e preside dell’Istituto Sperone-Pertini di Palermo. È stata insignita nel 2019 del premio Tullio De Mauro, intitolato al grande linguista.

Ultime News

Concluso il Progetto Erasmus+ Fostering Global Citizenship al Liceo Scientifico “De Giorgi”

di Emanuela Puce Durante la scorsa settimana, dal 13 al 17 maggio 2024, il Liceo Scientifico "De Giorgi" di Lecce...