11.2 C
Lecce
sabato, Maggio 25, 2024

Il consorzio di gestione dell’ Area Marina Protetta di Porto Cesareo al “Kick off meeting”

Monitoraggio, formazione, sensibilizzazione e realizzazione di azioni concrete per la protezione ed il ripristino di habitat costieri.

Da Leggere

Il Consorzio di Gestione dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo ha partecipato al “Kick off meeting” dell’11 aprile ed alla conferenza stampa del 12 aprile presso il Comune di Monfalcone per la presentazione del progetto BIOPRESSADRIA “Cross-border integrated strategy to reduce biodiversity loss due to anthropogenic pressures along adriatic coast” e dei partner coinvolti. Un tavolo di lavoro importante che rappresenta un punto di partenza fondamentale per il progetto finanziato dal programma Interreg VI-A Italy – Croatia per il periodo 2021/2027, mirato alla riduzione della perdita di biodiversità lungo la costa adriatica a causa delle pressioni antropogeniche.

Al Kick off meeting ha partecipato, per il Consorzio di Gestione AMP Porto Cesareo, la Dottoressa Luciana Muscogiuri, Biologa Marina, che ha presentato ai partner l’AMP, le attività che saranno poste in essere e i contributi previsti all’interno del progetto. L’agenda dell’evento ha incluso una serie di presentazioni focalizzate sugli obiettivi di BIOPRESSADRIA e sulle responsabilità dei partner coinvolti.

Il progetto BIOPRESSADRIA si prefigge l’obiettivo di implementare una strategia comune transfrontaliera per proteggere e conservare la biodiversità e le infrastrutture verdi, con un focus particolare sulla mitigazione dell’impatto del turismo balneare e nautico. Il valore delle praterie di fanerogame marine, come la Posidonia oceanica, è al centro di questo sforzo di conservazione, data la loro importanza per l’ecosistema marino in termini di miglioramento della biodiversità, capacità di autodepurazione, e servizi ecosistemici.

Tra i partner di progetto, oltre al Consorzio di Gestione dell’Area Marina Protetta Porto Cesareo partner di progetto, si annoverano enti di rilievo sia italiani che croati, tra cui il Comune di Monfalcone, Capofila del progetto, l’Associazione Sunce, la Cooperativa SELC, il Consorzio CORILA, l’Istituto Pubblico del Parco Nazionale Kornati, e gli enti pubblici per la gestione delle aree naturali protette delle contee di Dubrovnik-Neretva e Split-Dalmazia.

Il Consorzio di Gestione dell’Area Marina Protetta Porto Cesareo è orgoglioso di contribuire a questo ambizioso progetto, che prevede attività di monitoraggio, formazione e sensibilizzazione, nonché la realizzazione di azioni concrete per la protezione ed il ripristino di habitat costieri.

Ultime News

Al chiostro di Lecce “Dialoghi al pozzo”: “Educare al tempo dell’IA” con Pier Cesare Rivoltella

Anche nella diocesi di Lecce, come ogni anno, nel mese di maggio si celebra la Giornata mondiale delle comunicazioni sociali con un...