11.2 C
Lecce
martedì, Luglio 23, 2024

Proverbiando sul mese di luglio

Da Leggere

di Mema 

Luglio è il 7° mese dell’anno nel Calendario Gregoriano, e per i popoli a nord dell’equatore (emisfero boreale) rappresenta il secondo mese dell’estate, per quelli a sud (emisfero australe) il secondo dell’inverno.

Il nome deriva da Giulio Cesare, nato attorno al 13. In precedenza, nel calendario romano di Romolo, era il quinto mese e aveva il nome di Quintile (quintilis), nome latino del numero cinque. Venne poi cambiato in iulius per  volontà  di Marco Antonio.

Formato da  31 giorni ed  è da sempre considerato il mese di massima fioritura e di abbondante raccolta dei frutti della terra. Per questo motivo i Romani lo consacrarono a Giove, padre di tutti gli dei.
Dal punto di vista astronomico, è un periodo favorevole all’osservazione del cielo, in particolare della Via Lattea particolarmente luminosa, e di numerosi campi stellari.

Luglio, col bene che ti voglio / Vedrai non finirà, ai, ai, ai, ai / Luglio m’ha fatto una promessa / L’amore porterà, ai, ai, ai, ai è il verso di una nota canzone di Riccardo Del Turco del 1968 che esprime tutte le speranze, la voglia di vivere, l’entusiasmo tipici dei mesi estivi. Amore, amicizia e convivialità.

Ma a luglio sono legati anche tanti proverbi che ne cadenzano la tipica attività agricola.  “Luglio, prepara l’olio e il solco“: luglio è un periodo cruciale per i contadini, che si preparano per la raccolta delle olive e per la preparazione dei campi per le prossime semine. Il lavoro nei campi è intenso, ma anche gratificante, poiché i frutti della terra iniziano a mostrarsi in tutta la loro abbondanza. “Con luglio soleggiato il vino è assicurato” legato alla vendemmia e alla preparazione del vino locale; ed ancora “Se non ardon luglio e agosto dentro il tino poco mosto“. Solo per citarne alcuni.

Luglio poltrone e agosto pitone“: questo detto sottolinea come luglio sia spesso considerato un mese di ozio e riposo, in contrasto con l’intensa attività che caratterizza agosto. Le scuole sono chiuse, molti uffici rallentano la loro attività e le famiglie si concedono una pausa dalla routine quotidiana. Le vacanze al mare o in montagna sono un classico di luglio, offrendo l’opportunità di rilassarsi e ricaricare le energie.

A luglio gran calura, a gennaio gran freddura“: proverbio che  evidenzia il forte contrasto tra le stagioni. Luglio è noto per il suo caldo intenso, che può essere sia un piacere che una sfida. È importante proteggersi dal sole, idratarsi adeguatamente e prendersi cura della propria salute. Tuttavia, il caldo estivo porta anche benefici, come la possibilità di trascorrere più tempo all’aria aperta e di godere delle serate tiepide sotto le stelle.

Insomma luglio è un mese che porta con sé il calore del sole, la bellezza della natura in piena fioritura e la possibilità di rilassarsi e godere della vita all’aria aperta. I proverbi legati a questo mese riflettono la saggezza popolare e ci ricordano di apprezzare i ritmi della natura e di trovare il giusto equilibrio tra lavoro e riposo. Che sia trascorso in vacanza o a casa, luglio offre innumerevoli opportunità per vivere appieno la magia dell’estate.

Ultime News

É stato presentato questa mattina a Palazzo Adorno “Salent.Eat – Street Food Festival” in programma a Taviano

É stato presentato questa mattina a Palazzo Adorno “Salent.Eat – Street Food Festival”, manifestazione organizzata dall’Associazione Neroghi “T. Carluccio”, in...