11.2 C
Lecce
lunedì, Aprile 22, 2024

Giornata disturbi alimentari. Al ‘Ciardo Pellegrino’ incontro con gli studenti del Coreutico

Da Leggere

Nella giornata del 14 marzo, il Liceo Artistico e Coreutico “Ciardo Pellegrino” di Lecce ha dato vita a un evento di grande rilevanza come quello della sensibilizzazione sui disturbi del comportamento alimentare in occasione della Giornata nazionale del Fiocchetto Lilla.

L’iniziativa, organizzata dai docenti dell’Indirizzo Coreutico, si è rivelata un’opportunità significativa per gli studenti, immersi nell’universo dell’arte della danza, di approfondire tematiche cruciali riguardanti la salute mentale e il benessere emotivo.

La Giornata del Fiocchetto Lilla, istituita nel 2012 con l’intento di promuovere l’impegno e la consapevolezza riguardo ai disturbi dell’alimentazione, rappresenta un momento di riflessione importante, soprattutto nell’ambito giovanile. L’evento si è svolto nella cornice della Sala Mostre della sede Ciardo, coinvolgendo attivamente tutte le classi dell’indirizzo Coreutico, e ha avuto come focus centrale il significativo incontro con la Dott.ssa Loredana Savarini, esperta di biologia nutrizionale e psicologia, specializzata nel trattamento dei disturbi alimentari. Con il suo bagaglio di conoscenze scientifiche e la sua grande sensibilità, la Dott.ssa Savarini ha guidato una lezione interattiva, affrontando una vasta gamma di tematiche che spaziano dall’accettazione di sé alla gestione delle emozioni, fino al complesso rapporto tra dieta, corpo e mente. Gli studenti hanno avuto l’opportunità di esprimere le loro preoccupazioni e domande attraverso un dibattito anonimo, nel quale la Dott.ssa Savarini ha risposto con competenza e attenzione.

Durante il dibattito, sono stati esaminati diversi disturbi del comportamento alimentare, tra cui l’anoressia nervosa, la bulimia, la vigoressia e la drunkoressia. Questa discussione ha permesso agli studenti di acquisire una maggiore consapevolezza sulla complessità di tali patologie e sull’importanza di riconoscere i segnali di allarme, sia in sé stessi che nei propri compagni.

L’interesse dimostrato dagli studenti verso il tema e la loro partecipazione attiva hanno evidenziato l’efficacia di iniziative come questa nel promuovere un ambiente scolastico consapevole e inclusivo e la scuola si conferma dunque un punto di riferimento nell’educazione alla salute, al benessere e alla consapevolezza alimentare dimostrando un impegno tangibile attraverso iniziative di sensibilizzazione e formazione di alto livello.

Ultime News

Meglio soli? Forse no!

Quando penso che più passa il tempo e più le cose peggiorano, mi chiedo come mai. Perché le cose...