11.2 C
Lecce
lunedì, Giugno 24, 2024

Nardò, quattro incontri sui disturbi dello spettro autistico

Da Leggere

Il Comune di Nardò e la Commissione Pari Opportunità hanno organizzato Il ciclo dell’autismo, un ciclo di incontri informativi gratuiti e aperti a tutti per riflettere e confrontarsi sui diversi aspetti della condizione derivante dai disturbi dello spettro autistico. Il primo di questi incontri è in programma per oggi sabato 23 marzo, alle ore 16 presso la sala Capone della sede comunale di via Falcone sul tema La diagnosi precoce e tardiva e le diverse forme di autismo. Relazioneranno la neuropsichiatra infantile Mariarosaria Martina, la psicologa analista comportamentale Alessandra Lezzi e lo specialista in pediatria Piero Caprio. Interverranno per un saluto la vicesindaca e assessora al Welfare Maria Grazia Sodero, l’assessora alle Pari Opportunità Sara D’Ostuni e la presidente della commissione Pari Opportunità Ilenia Marsella. Ai partecipanti sarà rilasciato un attestato.


I disturbi dello spettro autistico, chiamati più semplicemente anche solo autismo, rappresentano una condizione eterogenea e possono manifestarsi in modo diverso tra le persone e in diverse fasi della vita di ciascuno. Si utilizza la parola spettro proprio per indicare la varietà attraverso cui questo disturbo si manifesta e la relativa variabilità in fatto di gravità. L’autismo riguarda la sfera del neurosviluppo che coinvolge linguaggio, socialità e comunicazione. Il disturbo è caratterizzato da interessi ristretti e comportamenti ripetitivi. Sono almeno 78 milioni le persone nel mondo che vivono nello spettro.
Il grande tema delle persone che vivono con disturbi dello spettro autistico – spiega la vicesindaca e assessora al Welfare Maria Grazia Sodero – ha due risvolti essenziali. Il primo, di tipo strettamente sanitario, riguarda la necessità di una diagnosi precoce e puntuale. Il secondo, di tipo sociale, riguarda invece il loro diritto sacrosanto di vivere in una società che le includa innanzitutto e che non ponga loro ostacoli o elementi di svantaggio. Su entrambe le questioni c’è molto lavoro da fare, ovviamente su fronti diversi”.
Purtroppoevidenzia l’assessora alle Pari Opportunità Sara D’Ostunila maggioranza di chi vive in questa condizione ha a che fare con problematiche diverse che riguardano l’assistenza sanitaria, quella sociale o l’istruzione. L’autismo riguarda la persona che ne soffre, ma nei casi più gravi mette in crisi le famiglie che difficilmente sono preparate ad affrontare le difficoltà quotidiane che questo disturbo comporta. Siamo molto lontani dall’avere un quadro sanitario e sociale completo sui disturbi dello spettro autistico. Speriamo che questo ciclo di incontri sia un valido aiuto, soprattutto per le future mamme e per le mamme che vivono questa esperienza”.
Il secondo incontro è in programma sabato 6 aprile sul tema “Inclusione scolastica: una sfida possibile”. Il terzo sabato 20 aprile sul tema “La mente autistica: le metodologie di intervento e il supporto psicologico”. Il quarto, infine, sabato 4 maggio sul tema “I servizi in Puglia: tra pubblico e privato”.

Ultime News

“Inside Out 2”, colorato e delicato viaggio nei territori dell’adolescenza

di Sergio PERUGINI https://www.youtube.com/watch?v=HYv4NEbO2Ok   Tra i sorrisi si fa largo uno sguardo attento sul difficile cammino della crescita. Parliamo del nuovo...