11.2 C
Lecce
domenica, Maggio 19, 2024

Vivere al meglio: avena e benessere a tavola per la terza età

Da Leggere

Francesco Rizzo
Francesco Rizzo
Chef internazionale

Le persone anziane, ovvero con una età sopra i 65 anni, sono in costante aumento (22,3%) e l’aspettativa di vita è aumentata, per le donne 87,2 anni e per gli uomini 83,9 anni. Questo è dovuto sia alle condizioni di vita migliori (case confortevoli, igiene di vita aumentato, ecc.), ma anche a diagnosi mediche più precise grazie a metodiche strumentali avanzate, ai farmaci e alle cure all’avanguardia e alla maggior attenzione al benessere, al movimento. In particolar modo è di fondamentale importanza l’attenzione alla dieta, cioè al mangiar bene, in senso quantitativo, ma soprattutto qualitativo.

La suddivisione dei pasti è sempre la stessa: colazione, pranzo, cena e due spuntini, uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio. Ovvio la colazione è un pasto molto importante, ma attenzione agli zuccheri, fanno bene sì ma in quantità ridotte o che non siano zuccheri aggiunti. Ad esempio da un po’ di tempo è spesso consigliata una colazione a base di avena, almeno 3 volte a settimana, da sostituire alle colazioni classiche dolci.

Oggi cominciamo dalla colazione considerato più adeguata e cioè avena con yogurt magro o greco, oppure semplicemente con del latte: è una colazione saziante e per ogni stagione.

Secondo la medicina tradizionale cinese l’avena è un alimento riscaldante, rafforza l’energia,  lo YANG cioè il maschile. Sempre in Cina viene coltivata viene  da 3000 anni, gli antichi romani invece la davano da mangiare  ai cavalli per aumentarne la muscolatura. E sempre nella medicina tradizionale cinese aumenta il CHI che è l’ energia vitale .

L’ avena è ricchissima di silicio,  che rafforza le ossa e le cartilagini, contiene betaglucano, che riduce colesterolo cattivo, rinforza il sistema nervoso, il sistema produttivo e  il sistema immunitario. Ottima contro le malattie invernali, come febbre, mal di gola e  tosse.

La si può consumare sia cruda, come indicato,  ma anche cotta, nelle minestre, zuppe e minestrone .

Questo articolo fa riferimento ad un percorso organizzato dalla Pro Loco di  Gallipoli in collaborazione con altre istituzioni; inaugurato ieri mercoledì 17 aprile,  continuerà in date da definirsi con eventi e attività varie di laboratorio  e teoriche con docenti e professionisti del settore. Si parlerà di yoga e meditazione, musica e coro, sartoria e ricamo, laboratorio di carta pesta, storia e ambiente show cooking con assaggi per un’alimentazione sana ed escursioni e tanto altro ancora. 

Ultime News

Censura immaginaria: vittimismo o strategia?

  Quando Saviano iniziò non si era ancora a questo punto. Roberto subì la condanna e si rifece assurgendo a...