11.2 C
Lecce
domenica, Aprile 14, 2024

A Nociglia una storia di integrazione, che riscalda i cuori

Da Leggere

Nociglia, un piccolo paese del basso Salento, ha vissuto un momento di gioia che ha scaldato il cuore non solo dei nocigliesi, ma di tutti coloro che hanno letto il post pubblicato sul profilo facebook del comune.

Una storia di vita, di accoglienza e di inclusione autentica, concreta, di condivisione di culture diverse e di consapevolezze profonde, una fra tante l’abbraccio ospitale e caldo che unisce una comunità. E il nostro Sud, sovente criticato e o ‘bistrattato’ è luogo, da sempre, di apertura e rispetto della diversità, di sostegno e supporto, di cura dell’altro. Una bella storia, una vita raccontataci da Nociglia: la cerimonia di conferimento della cittadinanza a Arabi Saadia ha trasformato la sala del Consiglio Comunale in una casa comune densa di emozioni e solidarietà.

Il sindaco Vincenzo Vadrucci, con grande empatia e partecipazione, ha presieduto l’evento, consegnando a Saadia una copia della Costituzione Italiana come segno tangibile dell’integrazione di questa nuova concittadina. L’atmosfera, densa di significato, è stata resa ancora più emozionante dalla presenza di amici e concittadini, testimonianza del significato che Nociglia conferisce all’unità e all’accoglienza.

Arabi Saadia, originaria del Marocco, ha considerato l’Italia “casa sua” per oltre un decennio. Periodo durante il quale ha conquistato il rispetto e l’affetto della comunità locale per le sue qualità umane e la dedizione al lavoro. La sua storia personale è diventata parte integrante del tessuto sociale di Nociglia e proprio il conferimento della cittadinanza italiana è un segno tangibile di appartenenza e condivisione.

La cerimonia non è stata solo un atto formale, ma un momento di festa gioiosa e riflessione. La partecipazione intensa e l’affetto sincero dimostrato a Saadia è un esempio di come la diversità possa arricchire e fortificare un luogo.

Un tocco speciale alla cerimonia è stato dato dalla presenza del sindaco Michele Petracca, che ha guidato Nociglia dal 1960 al 1964.  La sua partecipazione ha creato un legame tra passato e presente, sottolineando la continuità di valori che rendono Nociglia una comunità unica nel suo genere.

Questo momento atteso da anni rimarrà impresso nei cuori di coloro che hanno partecipato, simboleggiando l’unità nella diversità e l’impegno incessante di Nociglia per costruire un futuro in cui ogni cittadino possa sentirsi parte di una grande famiglia. Arabi Saadia, con la sua nuova cittadinanza italiana, è diventata non solo un membro della comunità di Nociglia, ma anche un emblema della bellezza dell’integrazione e della condivisione.

Ultime News

Ballano il ‘Gioca Jouer’ durante una sessione di autopsia. Il video che fa discutere e scatena una bufera social

Medici legali che ballano e cantano davanti un cadavere. Una sessione sopra le righe di 'Live Autopsy' si è...