11.2 C
Lecce
venerdì, Giugno 14, 2024

Curiosità e tradizione del frutto rosso più amato della Puglia. #Il gusto che ti…PUGLIA

Da Leggere

Francesco Rizzo
Francesco Rizzo
Chef internazionale

L’arrivo della primavera in Puglia è sinonimo di ciliegie: il frutto rosso della stagione è uno dei prodotti tipici  più amati e apprezzati nella regione e fuori. L’area del sud-est barese è una delle più proficue per la coltivazione delle ciliegie pugliesi. Da maggio a giugno si coltivano più varietà di ciliegie che si differenziano per sapore, grandezza e colore.

Le diverse qualità di ciliegie pugliesi

In base al periodo in cui vengono raccolte, alla grammatura e al colore si possono individuare quattro varietà di ciliegie pugliesi diverse.

 La ciliegia ferrovia di Turi

È la varietà più gustosa della Puglia che si coltiva principalmente nelle campagne di Turi, a pochi chilometri da Bari, e in tutto il sud est barese. Detta anche “regina rossa” è un tipo di ciliegia dal colore rosso vermiglio e soprattutto dal gusto molto particolare, intenso e dolce. Ha una forma a cuore e la polpa è forte, succosa e croccante.

Perché si chiama “ciliegia ferrovia”? Secondo la leggenda, il primo albero di ciliegia ferrovia nacque vicino a un casello ferroviario delle ferrovie sud-est pugliesi, nella città di Sammichele di Bari, nel 1935. L’albero nacque vicino ai binari, motivo per cui venne soprannominato “Ferrovì”, nome con cui gli abitanti della zona chiamano i binari del treno. L’alberello di ciliegie venne curato dal casellante ferroviario dell’epoca. Da quel momento in poi si è diffuso il nome di ciliegia ferrovia per indicare questo frutto della zona.

Tra le ciliegie pugliesi è sicuramente la più apprezzata, tant’è che viene organizzata a Turi anche una sagra dedicata nella prima settimana di giugno. Inoltre la regina delle ciliegie pugliesi ha numerose proprietà benefiche: riduce il grasso addominale, ha proprietà antiossidanti, diminuisce i livelli di colesterolo e favorisce l’abbronzatura. Un toccasana da gustare durante la primavera.

Ciliegie pugliesi: la bigarreaux

Secondo l’arco temporale, questa varietà è la prima a maturare già dalla metà di maggio. Il suo nome deriva dal francese “bigarreautier” (durone) e si caratterizza per la taglia medio grande, la buccia di un rosso vivo tendente al bruno e una polpa consistente e zuccherina.

 

 

La ciliegia Giorgia

Dalla fine del mese di maggio all’inizio di giugno si raccolgono le ciliegie pugliesi “Giorgia”. Sono di grandi dimensioni con la polpa rossa e il gusto succulento.

 

 

 

La ciliegia Lapins

Verso la metà di giugno è tempo delle Lapins: sono medio grandi, con la buccia rosso scuro punteggiata, una polpa rosa e consistente e un sapore dolce e leggermente acidulo.

Ed eccovi una ricetta di un semifreddo alle ciliegie facile da realizzare. Il semifreddo alle ciliegie è un dolce al cucchiaio fresco e cremoso, perfetto per la stagione estiva, facile da realizzare:  basterà cuocere le ciliegie con lo zucchero a velo, il succo di limone e il liquore maraschino. Una volta cotte, si aggiunge la colla di pesce, ammollata in acqua e ben strizzata e infine la panna montata. Si trasferisce il composto negli stampini e poi in freezer a rassodare per almeno 4 ore. Il risultato è un dessert dal gusto delicato e dalla consistenza leggera, perfetto per un fine pasto elegante e super goloso.

 Ingredienti

CILIEGIE SNOCCIOLATE

250 gr

ZUCCHERO A VELO

80 gr

PANNA FRESCA DA MONTARE

250 ml

COLLA DI PESCE IN FOGLI

4 fogli

LIQUORE MARASCHINO

20 ml

SUCCO DI LIMONE

15 m

Procedimento: Snocciola le ciliegie e mettile in una ciotola, trasferisci le ciliegie snocciolate in un pentolino e aggiungi lo zucchero a velo. Versa il succo di limone, unisci il liquore e mescola accuratamente. Fai cuocere per circa 15 minuti a fiamma bassa finché le ciliegie non sono morbide. Una volta cotte, metti da parte un pochino di ciliegie con il fondo di cottura. Nel frattempo metti in ammollo i fogli di gelatina in una ciotola con acqua fredda per 10 minuti. Strizza la gelatina e aggiungila al composto di ciliegie appena tolto dalla fiamma. Mescola subito per far sciogliere la gelatina nelle ciliegie calde. Versa in una ciotola e lascia intiepidire per bene, monta la panna fresca con le fruste elettriche finchè sia ben ferma e gonfia. Aggiungi man mano la panna montata al composto di ciliegie. Incorpora delicatamente con una spatola con movimenti dal basso verso l’alto. Mescola affinché la panna sia ben amalgamata. Con un cucchiaio riempi gli stampini. Il semifreddo alle ciliegie è pronto per essere riposto in freezer per almeno 4 ore. Trascorso il tempo di riposo, tira fuori il semifreddo dal freezer, lascialo qualche minuto a temperatura ambiente e poi capovolgi lo stampino direttamente nel piatto da portata. Sfila delicatamente. Se non dovesse staccarsi subito, puoi passare un coltello dalla lama sottile lungo i bordi del semifreddo per facilitare la fuoriuscita. Guarnisci con le ciliegie messe da parte e foglie di menta fresca. Servi il semifreddo subito in tavola.

Ultime News

Sant’Antonio di Padova: devozione popolare e consuetudini nel Salento

Sant’Antonio di Padova gode una profonda venerazione a Lecce ed in tutto il Salento; in passato, nel mondo rurale,...